L3: LIVELLO BASE

OBIETTIVO TECNICO: IMPARARE A CURVARE A SCI PARALLELI

In questo livello l’allievo acquisisce le competenze tecniche necessarie a scendere in sicurezza il pendio, per la prima volta, con un completo parallelismo degli sci. L’allievo acquisisce un’autonomia che gli consente di muoversi su diverse tipologie di pendenza e neve con gli sci paralleli.

Il maestro deve utilizzare le diverse variabili ambientali affinché l’allievo possa trarne vantaggio per il suo miglioramento tecnico. In base all’attitudine, agli aspetti fisici, psicologici e tecnici che caratterizzano l’allievo il percorso didattico può essere di una durata più o meno lunga. Nonostante l’allievo possa progredire tanto velocemente da arrivare subito a questo livello, potrebbe comunque essere necessario utilizzare proposte didattiche relative alle abilità proprie dei livelli precedenti. 

Il completo parallelismo degli sci permette di sciare su piste con variazioni di pendenza e superare ostacoli durante la discesa. 

L’obiettivo tecnico del livello base è quello di “imparare a curvare a sci paralleli”, attraverso un percorso didattico che prevede lo sviluppo delle abilità “cambiare direzione a sci paralleli”, “collegare cambi di direzione a sci paralleli” ed effettuare una “serie di curve a sci paralleli in ambienti diversi”.

Gli ambienti di apprendimento allestiti dal maestro di sci devono prevedere lo sviluppo delle abilità attraverso la scelta degli esercizi e delle proposte didattiche su diverse pendenze, adeguate alle capacità fisiche, psichiche e tecniche dell’allievo. 

Per quanto riguarda l’attrezzatura consigliata per il livello base si tratta di un paio di sci di una lunghezza ridotta, non strettamente correlata alla statura dello sciatore, rientrante nella categoria “all mountain”.

È bene adottare scarponi di facile calzata, che assicurino un comfort sufficiente. 

Di fondamentale importanza la scelta dell’attacco di sicurezza: estremamente funzionale, con scala di regolazione adatta al peso dello sciatore.

E’ consigliato per tutti l’utilizzo del casco.

4 MOVIMENTI FONDAMENTALI


I quattro movimenti fondamentali sono da intendere come strumento di analisi e osservazione di azioni motorie complesse per costruire il percorso didattico finalizzato al raggiungimento dell’obiettivo attraverso lo sviluppo delle abilità.
I quattro movimenti fondamentali si caratterizzano per ampiezza, velocità, intensità, direzione  e tempismo esecutivo del movimento.
Le combinazioni dei movimenti rispettivamente alle loro caratteristiche possono servire a costruire esercizi che consentano il raggiungimento dell’abilità.
Per raggiungere l’obiettivo tecnico l’allievo deve sperimentare e conoscere i quattro movimenti fondamentali in diverse situazioni.

 
fisi
 
Collegio Nazionale Maestri
 
scuola italiana sci